Black Friday: email e newsletter, come sfruttare al meglio l’occasione più ghiotta dell’anno.

Black Friday: email e newsletter, come sfruttare al meglio l’occasione più ghiotta dell’anno.

Per il Black Friday email e newsletter si sprecano. Quello che è necessario sapere è che non è sufficiente una sola newsletter per sfruttare al meglio questo utilissimo periodo di offerte: ci vuole una strategia. Te la spieghiamo in questa breve guida completa.

Come ogni anno anche questo vede avvicinarsi a grandi passi una serie di giorni che sono di fondamentale importanza per tutti gli e-commerce (e non solo per aziende che fanno vendita al dettaglio online ma anche per quelle aziende, come alberghi e hotel, che sul web sono molto presenti, spesso in un calderone indifferenziato come quello degli aggregatori tipo Booking o Trivago.)

Ecco, in una guida semplice e e comprensibile, quello che ti serve sapere per prepararti ad affrontare con profitto gli eventi Black Friday e Cyber Monday:

  • Cosa devi sapere su Black Friday, email e newsletter
  • Una sola newsletter non basta
  • Pianificare il tuo email marketing
  • Suggerimenti di marketing per le newsletter del Black Friday
  • È il caso di usare una piattaforma per l’invio programmato e automatico di email?
  • Approfondisci la conoscenza dei tuoi clienti
  • Essenziale: l’eliminazione degli errori tecnici
  • Non solo e-commerce: l’esempio di alberghi e hotel
 

Cosa devi sapere su Black Friday, e-mail e newsletter

Poco ci interessa qui del come e perché sia iniziata questa ricorrenza, ci interessa piuttosto capire come un e-commerce, ma anche un'azienda di servizi come un albergo o un hotel, possa aumentare il traffico sul proprio sito (con l’obiettivo di trasformarlo in vendite) nella stagione dell’anno migliore per la conversione dei visitatori in clienti effettivi.
 

Perché durante il Black Friday email e newsletter sono un buon affare? Pensa che già da anni il Black Friday è il giorno più intenso dell’anno in termini di volume di acquisti online.


Ai consumatori vengono offerti per un intero fine settimana, dal venerdì nero al lunedì noto come Cyber Monday, moltissimi modi diversi per accaparrarsi prodotti e servizi a condizioni vantaggiose; questo ha prodotto risultati.

Lasciando perdere le statistiche che puoi trovare in molti altri siti, mi piacerebbe che ci concentrassimo sui potenziali risultati: non solo vendite ma anche aumento di iscritti alla tua newsletter (in altre parole: altre possibili vendite!).

Tra i vari ostacoli che un’impresa online deve affrontare quello più arduo, che fronteggerai quotidianamente, sarà trovare un sistema economicamente conveniente per raggiungere un sempre maggior numero di clienti potenziali al fine di trasformarli in clienti reali.

Non dimenticare che fare email marketing in maniera efficace è un investimento. Ad essere onesti è una cosa che non puoi fare bene con gli strumenti gratuiti che trovi online. In questo caso farlo male è peggio che non farlo affatto. Ci sono molte piattaforme di email marketing, vedremo in cosa possono esserti utili e perché quella che scegliamo di proporti, ADVmailer, è a nostro avviso la migliore scelta.

 


Una sola newsletter non basta

L’efficacia di una newsletter dipende da molti fattori. Ci saranno clienti che la aprono subito, clienti che la aprono uno o più giorni dopo, clienti che la apriranno solo se sollecitati a farlo da un promemoria e clienti che la apriranno solo se gli offrirai qualcosa in più rispetto a quello che hai offerto agli altri.

Questo significa che durante il Black Friday email e newsletter dovranno essere più di una, e inviate con criterio, sopratutto in un periodo caldo come questo.

Messa così sembra una cosa molto semplice, in parte lo è e in parte no. Infatti, anche se chiunque può  rendersi conto di questo ventaglio di possibilità, ben diverso è riuscire a sfruttarlo per fare in modo che un'altissima percentuale di tutti quei lettori finisca per aprire la tua newsletter e sopratutto decida di acquistare i tuoi prodotti o servizi.

Ti daremo dei consigli ma sappi che per raggiungere questo obiettivo ti sarà necessario uno strumento di automazione dell’email marketing. Cioè un servizio che riesca a raccogliere gestire tutti questi dati sui tuoi clienti e a proporre personalmente a ognuno le opzioni di acquisto più allettanti e irrinunciabili.
 
Strumenti di automazione dell'email marketing: un servizio che riesce a raccogliere gestire tutti i dati raccolti dalla newsletter e a proporre personalmente al singolo cliente le opzioni di acquisto più allettanti e irrinunciabili

Uno strumento che gestisca questo processo è, va da se, un risparmio per l’azienda e un mezzo incredibilmente efficiente per generare vendite e quindi denaro.

 


Programma l’email marketing per il Black Friday: inizia un po’ prima a creare attesa per le tue offerte

La cosa migliore quando parliamo di Black Friday, email e newsletter, è iniziare a inviare email promozionali ben prima della data effettiva del Black Friday. Ma anche farlo con una certa frequenza.
 
Quando si tratta di campagne email è bene iniziare almeno 2 o 3 settimane prima dell'evento che vogliamo sfruttare.

Un approccio di questo tipo aiuta la tua azienda a creare una base solida per l’offerta principale che seguirà. Ma sopratutto “risveglia” il pubblico stimolandolo con la presenza del tuo marchio e con la tua tipologia di prodotti.

La posta in arrivo ormai si riempie di una quantità incalcolabile di mail, sopratutto durante occasioni e ricorrenze speciali. Per questo è importante arrivare un po’ prima dei tuoi avversari a suggerire curiosità e incentivi all'acquisto. I clienti, ce lo dicono le statistiche, iniziano a guardarsi intorno proprio in previsione egli acquisti che faranno durante il Black Friday; ricordare loro che sei pronto è un buon modo per creare attesa e catturarne l'attenzione.

PC e Mobile
 
Prepararsi in tempo vuol dire anche assicurarsi che le proprie newsletter e il proprio sito siano pronti a essere visualizzati correttamente e senza errori sia dai computer fissi che dagli smartphone. Anche questo è un dato che ormai non ha bisogno di statistiche di riferimento: la percentuale di acquisti effettuati via smartphone aumenta di giorno in giorno senza sosta.

Molto spesso i servizi di invio automatico di newsletter controllano anche la capacità delle email inviate di reagire bene alla visualizzazione sui diversi dispositivi.
 
A rischio di ripetermi voglio di nuovo sottolineare come questi non siano dettagli ma vere e proprie dighe che possono fermare il fiume di clienti incanalati dalle newsletter.
 


Suggerimenti pratici di marketing per le newsletter del Black Friday

Ti proponiamo ora una serie suggerimenti pratici e veloci per impostare nel modo corretto la tua campagna email durante il Black Friday.

1 - Sii Breve

Spesso si è dibattuto molto sulla lunghezza ideale di una email o newsletter. La risposta potrebbe essere oggetto di dibattito in qualsiasi periodo dell'anno ma non per il periodo del Black Friday: in questo caso nessun dubbio, sii breve!

La casella di posta dei tuoi clienti sarà piena di email promozionali. Se arrivi dritto al punto la tua offerta sarà più visibile ed efficace. Descrivila in maniera chiara e inserisci un link/call to action al tuo sito o prodotto. È l'approccio migliore.

2 - Le informazioni essenziali

Posiziona le informazioni essenziali all'inizio, nella parte alta della tua newsletter, con un'occhiata veloce il tuo cliente deve subito capire di cosa si tratta, a partire dall'oggetto della newsletter.

3 - Mostra i prodotti

Posiziona in maniera visibile le immagini dei prodotti che vuoi offrire all'interno della newsletter. Se il cliente vede il prodotto è più facile che ci clicchi sopra e concluda l'acquisto.

4 - Un oggetto chiaro e accattivante

La chiarezza è il punto chiave su cui concentrarti ma l'originalità e la capacità di impressionare positivamente il cliente giocano un ruolo altrettanto importante.

Non accontentarti del primo oggetto che ti viene in mente, elabora una frase che possa staccarsi da quelle dei tuoi competitor.

Un ottimo trucco è iscriversi alle newsletter dei concorrenti e controllare quali oggetti hanno utilizzato in passato, poi cercare di fare di meglio! In questo modo avrai un parametro sul quale basarti.

5 - Senso di urgenza

Cerca di evidenziare bene quando finirà l'offerta che proponi e fai in modo che finisca il prima possibile. Inserisci un conto alla rovescia o sottolinea che di un determinato prodotto sono rimasti pochi pezzi.

È un meccanismo psicologico molto efficace che possiamo sfruttare: il senso di urgenza innesca un automatismo mentale che spinge il soggetto ad agire.

6 - Personalizzazione

È un dato di fatto, le offerte personalizzate riscuotono maggior successo. E non parlo solo di inserire in nome del cliente nell'oggetto della mail. Sto pensando a offerte differenziate a seconda del gruppo di clienti che le riceverà.

Chi riceve l'offerta è un nuovo cliente? È un affezionato o fa parte di un gruppo speciale (che so un rivenditore)?

Ma parlo anche di raccomandazioni differenziate sulla pagina del prodotto che tengano conto di cosa ha già acquistato il cliente. Sono tutte proposte che possono essere facilmente organizzate e differenziate con programmi automatici di profilazione di clienti e offerte.

È importante che tu abbia, ad esempio, una lista di clienti che hanno sempre e solo comprato con il buono sconto e di quelli che invece non l'hanno mai utilizzato. Invierai email di conseguenza: in un caso sarà più efficace uno sconto e nell'altro, magari, un 2 x 1.

Non dimenticare che una campagna newsletter personalizzata aumenta i risultati di apertura e conversione fino al 760%. ADVmailer ti permette di gestire al meglio questo tipo di invio.
 

7 - Tieni traccia del comportamento dei tuoi clienti

Raccogliendo il maggior numero di informazioni sulle reazioni alla tua offerta, poniamo il caso per il Black Friday, ecco che subito dopo, in occasione del Cyber Monday, potrai proporre offerte e newsletter ancora più specifiche ed efficaci. A patto che, ancora una volta, tu abbia uno strumento che ti permetta di raccogliere queste informazioni sulle interazioni tra i clienti e la newsletter, come ad esempio ADVmailer.

8 - Mantieni separati Black Friday e Cyber Monday

È una doppia occasione, come detto al punto precedente, e sarebbe sciocco non sfruttarla; in più il primo evento ci aiuta a raccogliere dati per "mirare meglio all'obiettivo" nella fase due.

9- Prevedi l'invio di mail che avvertano il cliente del carrello abbandonato

Molti dei tuoi clienti riempiranno il carrello per poi abbandonarlo distratti dai mille stimoli delle vita informatica. Ma tu non ti farai fregare, ricordando loro che il loro carrello pieno di meravigliose occasioni è ancora lì ad aspettarli

10 - Utilizza gli sconti con attenzione

Non offrire sconti esagerati se non è necessario e sopratutto se non hai il giusto margine per farlo. Se hai un prodotto che durante l'anno vendi bene anche senza sconto, non esagerare con un "80% di sconto sul prezzo". Sottolinea piuttosto il valore o l'esclusività del tuo prodotto anche se associato a uno sconto più contenuto.

11 - Crea una strategia di comunicazione multicanale

Il nome può sembrare altisonante, comunicazione multicanale, ma significa una cosa molto semplice. Unire più  sistemi di marketing per portare i tanti rigagnoli dei clienti a formare un unico grande fiume che si riversi dritto dritto dentro il tuo sito.

Per esempio puoi unire all'invio della newsletter anche la pubblicazione di  annunci sui social network. Prevedere l'invio di un SMS ai clienti che ti hanno lasciato il numero di telefono. È quello che si chiama un funnel di digital marketing. Una piattaforma automatica per email marketing come ADVmailer può gestirlo al meglio.
 


I vantaggi di una piattaforma per l’invio programmato e automatico di email

Perché durante tutto questo articolo abbiamo insistito sull'utilizzo di una piattaforma automatizzata per l'invio e la gestione delle tue newsletter? Perché che tu sia online da ieri o da molti anni è irrilevante. La chiave per far crescere la tua azienda online, e di conseguenza i tuoi guadagni,  è un efficiente piano di email marketing.

Un’opportunità molto concreta per differenziarsi dalla massa, accaparrarsi molti utenti nuovi e fare più soldi è proprio il Black Friday. Durante il Black Friday email e newsletter in automazione possono lavorare per te facilitando l’acquisizione di clienti e massimizzando gli acquisti che questi faranno sul tuo sito (che siano acquisti di prodotti o servizi).

Anche se nel titolo si parla di vantaggi la terribile verità è che una piattaforma di email marketing professionale per l’invio delle tue newsletter è l’unica, sottolineo unica, soluzione possibile.

Cerco di spiegarti in breve il perché è realisticamente impossibile aumentare le proprie vendite senza uno strumento di questo tipo.

Una piattaforma di email marketing professionale come ADVmailer rende più semplice e più veloce prendersi cura degli aspetti che precedono l’invio della mail, fin dalla stesura di un piano di invio, della newsletter stessa (aspetto grafico ad esempio, grazie a template personalizzabili che ti faranno risparmiare tempo prezioso e soldi, pensa soltanto al costo di un grafico per la progettazione del design una newsletter)  e di tutte le importantissime fasi successive che raccolgono i dati necessari per rendere l’invio delle successive email estremamente più produttivo.
È infatti raccogliendo, tramite email,  informazioni utili sui tuoi clienti che puoi costruire e rafforzare il legame con loro, conoscere la storia dei loro acquisti e quanto sono disposti a spendere in quegli stessi acquisti. Se invece fossero clienti occasionali potrai spingerli a diventare abituali e affezionati.

Insomma l’obiettivo finale è di profilare efficacemente l’invio di mail così da creare un traffico sul tuo sito  che si converta in un aumento di vendite.
 
Senza tutto questo sistema di email marketing automation è difficile raccogliere efficientemente i dati sui tuoi potenziali clienti, ed è impossibile trasformarli in acquisti.

Approfondisci la conoscenza dei tuoi clienti

Non importa quale prodotto o servizio tu stia vendendo, devi avere un’idea piuttosto chiara di quali siano i tuoi clienti tipo, così da comunicare con loro in maniera efficace. Questo potrebbe sembrare una cosa facile ma attenzione a non sottovalutare la cosa. Dopotutto è il tuo lavoro e avrai un’idea abbastanza chiara del profilo dei  tuoi possibili clienti.

Ma ADVmailer ti permette di scavare un poco più a fondo per identificare segmenti di pubblico all’interno del tuo serbatoio clienti: a questi segmenti invierai email personalizzate che ti aiuteranno ad aumentare il coinvolgimento degli stessi e a generare ROI (Return On Investment, ritorno sugli investimenti, in sostanza l’acquisto dei tuoi servizi o prodotti da parte dei clienti).

Non appena aggiungi utenti alla tua newsletter, questi nuovi iscritti ti forniranno molte informazioni utili sui loro interessi e sulle loro abitudini di acquisto.

Grazie alle template predefinite ma completamente personalizzabili di ADVmailer potrai scegliere le informazioni da raccogliere, età, sesso, interessi, passando per preferenze più specifiche. Magari hai dei clienti che sono interessati a uno specifico gruppo di prodotti o offerte e vogliono ricevere mail solo per quelli. O magari clienti che vogliono ricevere email sono  con cadenza mensile e non settimanale. Va da sé che andare incontro ad esigenze così specifiche aumenta vertiginosamente la possibilità di apertura newsletter e di conversione in acquisti.


Essenziale: l’eliminazione degli errori tecnici

Ricordati di assicurarti che il tuo sito sia tecnicamente al meglio: più errori e inciampi il cliente troverà e più il processo di acquisto sarà fallimentare. Pagine a caricamento lento, prodotti esauriti, un processo complicato di finalizzazione dell’ordine aumentano in modo esponenziale la probabilità di abbandono della procedura d’acquisto da parte del cliente. Il rischio è quello di vanificare tutto il lavoro fatto dalla newsletter, tienilo a mente.

Ma sopratutto assicurati che tecnicamente le tue newsletter arrivino senza intoppi: le migliori piattaforme di email marketing effettuano molti controlli prima e dopo l’invio di mail.

Controlli preventivi di tutti gli aspetti che potrebbero creare un calo di performance nella consegna delle email, testi o link che potrebbero far contrassegnare le tue newsletter come spam, verifiche sul funzionamento di immagini e dei link stessi.

Ricorda, se la newsletter non viene consegnata correttamente tutto il processo di acquisizione clienti sarà vanificato già dal primo passo. Avrai buttato al vento tutto il tempo necessario a creare l’offerta e sprecato un’occasione ghiotta come il Black Friday che arriva solo una volta l’anno.
 

La velocità di consegna

Advmailer consegna le newsletter molto velocemente (e puoi capire quanto questo sia importante in un contesto promozionale come quello del Black Friday che dura solo pochi giorni).

Ma ci sono alcuni fattori che influiscono sul tempo di consegna della tua campagna email. Ad esempio la reputazione del server che invia le mail, il contenuto stesso della newsletter e via dicendo.

ADVmailer segue scrupolosamente tutte le cosiddette best practices e aiuta chi lo utilizza a evitare di infrangere le regole anti-spam, mantenendo così un'ottima reputazione.


Un esempio pratico: email marketing per hotel

L'industria del turismo è una delle più competitive e questo significa che una strategia efficace di marketing è essenziale per successo di un hotel che si propone online.

Visto che, come qualsiasi altra forma di business, anche gli hotel e le strutture turistiche hanno un budget limitato, diventa molto saggio utilizzare quel budget con accortezza. Lanciare mazzette di soldi a casaccio sarà uno spreco che non produrrà risultati. Spendere il necessario nello strumento giusto trasforma lo spreco in investimento.

Ecco un paio di suggerimenti su come il tuo hotel, o la tua struttura turistica, può usare uno strumento di email marketing come ADVmailer per aumentare i tuoi affari.

Mantieni il contatto con il cliente sia prima che dopo il soggiorno

L'esperienza dei tuoi ospiti va ben oltre il loro soggiorno effettivo nella tua struttura. Il tuo email marketing dovrebbe tenere il contatto con loro in ogni fase della vacanza, incluso il tempo prima e dopo l'ingresso nel tuo hotel.

Queste sono le 3 mail che devi inviare necessariamente ai tuoi clienti se sei il gestore di un hotel:

1.  “Grazie per la Prenotazione”

Manda una mail di conferma immediatamente dopo che l'ospite ha effettuato la prenotazione.

Esprimi gratitudine per la scelta da parte loro del tuo hotel. Fornisci in maniera chiara e comprensibile informazioni sulla prenotazione e sulle possibili modifiche della stessa, ricordando al cliente la data di check-in e check-out. Ricorda quali servizi aggiuntivi essi possono prenotare presso il tuo albergo.

2. “Ci siamo quasi, pronto a soggiornare da noi?”

Manda questa mail due o tre giorni prima della data del check-in.

Puoi aggiungere informazioni utili per il cliente ma sopratutto, se non hanno acquistato servizi aggiuntivi, puoi proporglieli con sconti speciali. Magari inframezzando le offerte con qualche suggerimento su cosa visitare nei dintorni e con delle comode previsioni del tempo.

3. “Grazie per aver soggiornato da noi”

Inviala il giorno dopo la partenza.
Ringrazia ancora una volta il cliente sottolineando che saresti felice di vederlo di nuovo. Aggiungi un tocco personale alla tua email e chiedi al tuo ospite di farti sapere se ci sono stati problemi e di lasciarti una recensione. Ottimi i questionari che danno una ricompensa omaggio al cliente una volta compilati.

In questa fase molto importante potrai anche contattare il cliente insoddisfatto per cercare, quando possibile, di sistemare situazioni sgradevoli ed evitare recensioni negative.
 
Vuoi sapere di più ?
Scrivici a marketing@pianetaitalia.com
oppure contattaci al +39 0541.395589
  • Piva/CF IT03264080403
© Pianetaitalia.com · 2019