Google Analytics 4

Google Analytics 4: rivoluzione per gli e-commerce

Il 14 ottobre scorso è iniziato il roll-out di Google Analytics 4.

Il principale tool di analisi e misurazione dei dati, indispensabile per un sito web e-commerce ha introdotto novità tali da poter essere considerate una rivoluzione nella web analytics.

Google Analytics non ha cambiato nome, il numero 4 identifica solo la nuova versione che fin'ora si chiamava banalmente, App+Web.

Per chi conosce il "funnel di vendita" (vedi l'imbuto nell'immagine sotto), Google Analytics 4 regala più di una gioia agli e-commerce, grazie all'algoritmo predittivo consente di sapere come gli utenti nella fase "Top" si comportano, molto prima di essere pronti ad acquistare un prodotto o prenotare un soggiorno, grazie alle nuove metriche di Probabilità di acquisto e Probabilità di abbandono.

Prima di proseguire nella spiegazione delle novità introdotte dall'ultima versione di Google Analytics, spero di essere ancora in tempo per dare un consiglio: NON FATE L’UPGRADE (almeno per il momento !) si tratta ancora di una versione beta. Iniziate a studiarlo, provarlo creando una nuova proprietà (non vista/view) e usatelo in parallelo con Google Universal Analytics già installato.

Riepilogo qui di seguito, le principali novità introdotte nella release 4.

1. App + Web, ovvero Firebase e Universal Analytics ora insieme

Il tipo di proprietà introdotta da GA4 è per tutti gli utenti di analytics unica: può raccogliere entrambi i tipi di dati, sia che sia presente nel sito web che in un'app o dispositivo mobile.

In questo modo, GA4 può misurare il singolo percorso utente che compie tra i dispositivi in base ai migliori identificatori utente disponibili e consente di misurare app e siti Web insieme in tutti i report. 

Analytics 4 usa l'ID dispositivo come identità. Nei siti Web, l'ID del dispositivo proviene dal browser dell'utente, nelle app, l'ID dispositivo proviene dall'ID istanza dell'app. Ma non occorre più nessuna configurazione aggiuntiva.

Inoltre grazie al debug nativo, l’analisi offre modi più flessibili per esaminare i dati.

2. Da sessione ad evento



La principale rivoluzione di Google Analytics 4 è proprio il passaggio da sessione centrica a evento centrico

In GA4, Categoria, Azione ed Etichetta non esistono più, in quanto siamo liberi di inviare qualsiasi parametro di evento che vogliamo, con qualsiasi nome che preferiamo.

Il modello basato sulla sessione, che raggruppava le interazioni utente in un determinato intervallo di tempo ora è stato sostituito dal modello basato su eventi, che elabora ogni interazione dell'utente come evento autonomo tra dispositivi e piattaforme differenti.

Con Google Analytics 4 le “hit” lasciano il posto all’”evento”; di quest'ultimo ne sono stati previsti oltre 500 tipologie diverse, ciascuna delle quali ha la possibilità di contenere 25 parametri.

A parte il primo evento PageView, gli altri eventi più diffusi che solitamente si misuravano come: il download file, lo scrolling, l’avvio del video di Youtube, il link esterno, la ricerca all'interno del sito, sono automatici.

Va in soffitta il bounce rate, sì la frequenza di rimbalzo spesso odiata non esiste più, d’altra parte con GA4 cambiano le dinamiche di tempo di permanenza e di engagement. Sono state introdotte alcune nuove dimensioni correlate al coinvolgimento ad esempio : Sessioni impegnate, Tasso di coinvolgimento e Tempo di coinvolgimento, oltre a quelle menzionate nell'incipit.
 
surprise Va in soffitta il bounce rate !

GA4 è più affidabile e veloce, scompare anche il campionamento dei dati (c.d. sampling) almeno fino a 10 milioni di record,  inoltre è in grado di eseguire calcoli più personalizzati grazie alla funzione di “data filtering”.

Scompaiono le viste e nascono le “user property” (25 per proprietà).

3. User centric e algoritmi predittivi


La visione "user centrica" di GA4 ordina i dati secondo questa gerarchia: User-ID, Google Signal e Client-ID.

Grazie a Google Signals, Analytics associa i dati degli eventi raccolti dagli utenti sul sito, degli utenti con account Google (circa 2 Mld nel mondo) che hanno effettuato l'accesso e che hanno acconsentito a condividere queste informazioni, se non acconsentito verrà utilizzato l'ID dispositivo, in questo caso un utente è diverso ogni volta che interagisce con un dispositivo diverso.

Grazie alle proprietà di Google Analytics 4 è più facile e veloce creare facilmente nuovi segmenti di pubblico e/o le opzioni per definirlo.Segmenti di pubblico che saranno molto utili per creare delle Custom Audience predittive da passare a Google Ads.
 

4. Report per e-commerce dettagliati

A parte il nuovo layout, a prima vista potrebbero passare inosservate le novità, con GA4 vi è la possibilità di crearsi dei report avanzati attraverso la gestione "explore analysis" e grazie alla gestione dei tracciamenti di più azioni negli e-commerce ora è più completa.

Il rapporto Realtime, monitora l'attività compresa tra gli ultimi 5 secondi e 30 minuti prima.

Vengono introdotti i concetti di wishlist, di preventivi, attraverso la funzione generate_lead ed anche il check-out viene scadito dagli eventi: begin_checkout, add_shipping_info, add_payment_info. Finanche il refund !

Scompaiono gli obiettivi, che vengono sostituite da un sistema di conversioni più semplificato.
 
crying Scompaiono gli obiettivi !

Arrivano gli Stream attraverso i quali connettere più sorgenti di dati ed inoltre Google Analytics 4 ha già integrata la funzione di monitorizzazione “Cross Domain”, la connessione diretta a Google Ads e BigQuery.

Il periodo di conservazione dei dati si riduce drasticamente o 2 o 14 mesi, ciò obbligherà tutti ad installare più di un sistema di analytics, magari first party data. Crescerà l'importanza di avere un CRM ed un sistema di marketing automation alternativo.


Tante novità richiedono di ripensare a quali eventi sono più importanti da monitorare per definire un piano di misurazione efficace. Servirà conoscere oltre Google Analytics, Google Tag Manager, perchè cambia sia la struttura del dato sia la gestione dei tag e Google Data Studio, dove alcuni KPI le potrai ottenere solo attraverso combinando alcuni valori.

Concludo riportando alcuni fonti ufficiali che ho consultato e che ritengo utili:
- Guida GA4 per il mondo e-commerce e vendita al dettaglio [ Guida GA4 Ecommerce ]
- Guida GA4 per il mondo del turismo, hotel e viaggi in generale [ Guida GA4 Hotel ]
- Guida di Google Analytics per sviluppatori e-commerce [ Guida alla configurazione di GA4]
- Guida di Tag Manager per sviluppatori e-commerce [ Guida alla configurazione di GTM ]
Vuoi sapere di più ?
Scrivici a marketing@pianetaitalia.com
oppure contattaci al +39 0541.395589
  • Piva/CF IT03264080403
© Pianetaitalia.com · 2020